Le cose lente sono le più belle. Bisogna sapere aspettare.




loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
img

Euro3plast: l'immagine che buca il sistema

10-04-2018

Qualche tempo fa la fortuna mi ha fatto incrociare un’azienda con la A maiuscola, una di quelle aziende in cui hanno vinto la capacità e l’equilibrio dirigenziale nel costruire un sistema produttivo che lascia a dir poco sbalorditi. Anche se per ordine, razionalità, pulizia, sicurezza è molto più simile ad un’azienda Tedesca o Svizzera, la sua italianità traspare nell’ingegnosità e nella fantasia delle numerose esclusività del processo di lavoro. Sembra un miracolo che un’azienda riesca a superare gli enormi ostacoli posti dal sistema Italia. Il sistema Italia fa pensare che esistita una “vocazione” artigianale nazionale, una “tradizione”, ma in realtà non è così, una piccola realtà come la mia ha gli stessi obblighi burocratici della Fiat, e siamo perseguitati da rigidità del mercato del lavoro, senza ammortizzatori sociali, basato su un assurdo articolo 18 che compromette ogni possibile equilibrio, da una giustizia tiranna e fasulla, dobbiamo agire con circospezione, se fai un lavoro e non ti pagano sono affari tuoi, in questa condizione crescere è impossibile. Per questo stupisce incontrare queste rarissime realtà che sono riuscite a bucare il sistema. Dietro a queste immagini insomma esiste un’ azienda che si immette in un mercato del design ma che lo vuole fare con esclusività e personalità nel rispetto della propria immagine. Sono immagini di apertura e stacco all’interno di un catalogo, dove ogni oggetto viene messo in un silenzioso e colorato paesaggio dimensionato da una altrettanto silenziosa e discreta modella per essere immerso incorniciato dalla natura. La rappresentazione di un oggetto che stratifica le diverse arti fino a diventare un opera in sé. È un embrione importante, un embrione che esce dagli schemi e che potrebbe dare inizio ad una personalizzazione della comunicazione fuori dagli schemi. Quando alla Lago iniziammo un percorso fuori dagli schemi utilizzando scene di vita e persone comuni, il mercato della concorrenza ci lasciò fare con sufficienza e ironico sorriso, ma io ci credetti lo stesso, avevo ragione e ci vollero pochi anni per spegnere quel sorriso, e oggi la Lago è una azienda indiscutibilmente leader, che protetta da un brand indiscutibile è cresciuta in controtendenza mentre molti a cui si sono spenti i sorrisi ironici si sono spenti i mercati. Mi auguro di poter accompagnare allo stesso grado di successo anche questa azienda.

 

 

 

The design is by JVLT of Vicenza, the styling of Carlotta Angius, the management of Euro3plast.