Leopardi ha scritto L'infinito mentre era in coda alle Poste.




loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
img

Le 6 tipologie di obiettivo fotografico

11-08-2015

Gli obiettivi sono formati da un tubo (detto anche barilotto), contenente una serie di lenti che hanno come funzione principale quella di controllare il flusso della luce. Ognuna di queste lenti ha un compito differente: alcune servono per ottimizzare i colori, altre per minimizzare la distorsione e gestire la nitidezza. Esistono diversi tipi di obiettivi, di seguito i principali.

1. L’OBIETTIVO GRANDANGOLARE
Realizzare uno scatto panoramico e spettacolare? Questo è indubbiamente l’obiettivo perfetto. Come suggerisce il nome, la particolarità di questo obiettivo è quella di riuscire ad inquadrare un angolo maggiore di paesaggio rispetto a come siamo abituati a vederlo ad occhio nudo. Per questo motivo è usato frequentemente da chi si occupa di paesaggistica, di reportage o da chi è interessato a scattare fotografie giocando con la prospettiva.



2. IL TELEOBIETTIVO
I teleobiettivi riescono ad ingrandire moltissimo i soggetti e gli elementi inquadrati. In altri termini può essere paragonato ad un binocolo, infatti si comportano allo stesso modo. Ma il teleobiettivo non fa solo questo: serve anche ad isolare un soggetto e questo è molto importante quando si vuole giocare con la composizione dell’immagine e con la prospettiva.


3. L’OBIETTIVO FISH-EYE
La traduzione letterale è “occhio di pesce”, non si tratta di un obiettivo convenzionale, né classico. Il fish-eye scatta foto particolari ed alternative poiché permette di fotografare un angolo campo enorme (180°), donando agli scatti una forma tondeggiante, simile alla visuale di un pesce appunto.



4. IL MACRO
Se con il teleobiettivo il nostro scopo è quello di ingrandire un soggetto lontano per metterlo a fuoco nel modo giusto, il fine dell’obiettivo macro è quello di poter scattare un’ottima fotografia ad un soggetto estremamente vicino e, spesso, molto piccolo. Il classico esempio di utilizzo è quello della fotografia di insetti.



5. L’OBIETTIVO TILT – SHIFT
Detto anche obiettivo decentrabile o basculante, può inclinarsi rispetto al corpo macchina. La situazione migliore per comprendere l’utilità di questo obiettivo è quello di immaginare di dover fotografare un edificio molto alto. Con un qualsiasi altro obiettivo, soprattutto se grandangolare, gli edifici assumono forme asimmetriche tanto da sembrare pendenti da un lato o convergenti verso il centro della foto, in modo innaturale. Con un obiettivo Tilt-Shift questo può essere evitato, perché corregge la prospettiva e le linee cadenti/convergenti. Altra caratteristica di questo obiettivo è la possibilità di creare immagini che ingannano l’occhio umano, dando origine a delle scene che sembrano irreali.



6. LO ZOOM
Lo zoom consente una grande versatilità: è un obiettivo in grado di coprire tutte le esigenze e che consente di poter immortalare un soggetto vicino così come uno più lontano. Da non trascurare il lato economico: ci sono obiettivi zoom di elevata qualità, pertanto è possibile avere la funzionalità di più obiettivi (più focali) spendendo una cifra nel complesso inferiore.