Se non ci metterà troppo, l'aspetterò tutta la vita.
(Oscar Wilde)



loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
img

5 riflessioni sulla filosofia dell'immagine

29-05-2015

La Fotografia viene contemporaneamente definita arte, scienza e pratica. Utilizzando tre appellativi così differenti, si sottolinea quanto quest’attività possieda contorni sfumati; i confini tra tecnica ed arte, fra semplice riproduzione ed interpretazione espressiva, risultano vaghi ed indefiniti.





Con il costante sviluppo della tecnologia, le macchine ed anche i procedimenti di post produzione richiedono sempre meno l'intervento dell'operatore, semplificando ed automatizzando i processi che diventano più meccanici ed impersonali.





Così, come avviene per ogni altra espressione umana, la Fotografia richiede una riflessione che ne chiarisca il senso: si tratta di una semplice duplicazione della realtà, limitata solamente dai condizionamenti tecnici o può essere anche un mezzo artistico interpretativo in grado di catturare, esprimere e comunicare emozioni e sentimenti? È la stessa domanda che ci si pone indagando sul rapporto tra uomo e tecnologia, in un contesto in cui le macchine partecipano in misura sempre crescente al nostro quotidiano, al punto che spesso anche pensieri e desideri sembrano automatizzarsi.

Dato che le componenti della Fotografia non sono così definite, scaturiscono interpretazioni personali assolutamente originali. Del resto è proprio della creatività non essere legata a schemi: è un percorso costante di ricerca, sperimentazione e scoperta.






Nella Fotografia l'atto artistico comincia prima di scattare la foto, non è questione di stile e non dipende dal soggetto della scena, ma dalle intenzioni e dalle pratiche di realizzazione. L'immagine, infatti, è la punta dell'iceberg di un progetto o la realizzazione finale di un procedimento che si allontana sempre più dall'idea romantica e naif del fotografo che vaga tra le vicende della vita quotidiana, in attesa di catturare un'immagine o un'inquadratura.
La Fotografia comporta una relazione esistenziale tra l’opera, l'autore, il processo e l’ambiente da cui scaturisce.