Leopardi ha scritto L'infinito mentre era in coda alle Poste.




loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
img

Come realizzare lo sfuocato intenzionale

27-03-2015






Creare l’effetto sfuocato degli oggetti nelle fotografie ha molteplici scopi:

- limitare la profondità di campo nelle immagini;
- rendere neutro lo sfondo e permettere al soggetto principale di stagliarsi in modo netto dall'ambiente circostante;
- donare una maggiore atmosfera al contesto.

Il metodo classico per controllare la profondità di campo consiste nell’aprire il diaframma dell’obiettivo, consentendo così di avere una profondità di campo molto limitata e di mettere quindi a fuoco un solo elemento della scena.




Ecco alcuni consigli utili per far funzionare davvero l’effetto sfuocato:

1. Calcolare con attenzione la distanza dal soggetto

È necessario avvicinarsi molto al soggetto principale, in modo che lo sfondo venga naturalmente poco distinto.

2. Scendere a livello del suolo

È un trucco diffuso: sdraiandosi a terra lo sfondo sarà più lontano e risulterà molto facile sfuocarlo.

3. Scegliere uno sfondo neutro

È molto difficile sfuocare uno sfondo pieno di caratteristiche brillanti e luminose; molto meglio uno sfondo anonimo, preferibilmente un oggetto di grandi dimensioni.

4. Usare una macchina fotografica più grande con un obiettivo più lungo
Più lungo è l’obiettivo, minore è la profondità di campo. I grandangolari hanno una grande profondità di campo, mentre I teleobiettivi ne hanno molto poca.