Se non ci metterà troppo, l'aspetterò tutta la vita.
(Oscar Wilde)



loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
img

Il book in fotografia è un biglietto da visita

26-02-2015


Il book serve ad un fotografo per raccontare il proprio lavoro e le potenziali possibilità delle sue idee creative. Qualsiasi progetto dipende, prima di tutto, dall’incontro tra un brain storming interessante e la passione per la rappresentazione e le sue grandi ed innovative doti comunicative. È una questione di sinergia con la camera, con il computer e i suoi programmi digitali: il fotografo non è un semplice esecutore, ma tende ad esprimere la propria personalità legata artisticamente all’immagine, ottenendo sempre una rielaborazione dal taglio puntuale ed unico.

La fotografia è un mezzo efficace per esprimere le emozioni e la propria visione della realtà circostante, siano essi scatti artistici, reportage, ritratti o immagini che catturano l’essenza dell’architettura e della paesaggistica.

Maurizio Marcato si è aggiudicato con la sua monografia il primo premio del concorso internazionale della Federation of European Photographers. Il libro “It’s my book” è stato giudicato il miglior libro fotografico europeo dell’anno 2010. Attraverso questa raccolta di fotografie Maurizio Marcato ci fa conoscere la sua arte e la sua poliedricità, caratteristica che lo rende unico più che speciale. Natura incontaminata, paesaggi, scene di vita, ritratti, memorie di viaggio... Sono solo alcuni dei temi affrontati in “It’s my book”, raccontati attraverso il linguaggio fotografico.

Soprattutto oggi che possiamo dare ormai vinto l’analfabetismo fotografico e la fotografia è tecnicamente alla portata di tutti, il fotografo ha superato il puro compito di scrivano” afferma l’artista internazionale Maurizio Marcato “il fotografo ora ha senso quando diventa poeta e scrittore. È un artista che coniuga assieme l’esperienza e la conoscenza del mercato in una sintesi visiva che ha la caratteristica di essere immediata lettura”.