Le cose lente sono le più belle. Bisogna sapere aspettare.




loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
img

Open Source: moda, industria e fotografia in mostra a Genova

27-01-2015



Open Source è il titolo dell’esposizione di Massimo Palazzi e Ronny Faber Dahl che è stata inaugurata giovedì 15 gennaio allo Space 4235 di Genova, non una semplice galleria d’arte, ma uno spazio espositivo gestito da artisti, guidato dal concetto di comunità e di accessibilità da parte del pubblico. Visitabile fino a martedì 3 febbraio, la mostra mette insieme due percorsi artistici e due ricerche espressive differenti, ma che trovano in Open Source una sorta di complementarietà. “La mostra” afferma Massimo Palazzi “è pensata per dare l’idea che ci sia un solo artista, anche dal punto di vista cromatico, con echi che rimandano l’uno alle opere dell’altro”.
Open Source invita il visitatore a riflettere sul mondo contemporaneo, sui meccanismi che regolano le immagini e il loro sovrapporsi. Si cerca di mirare all’espressione di qualità e non alla gran quantità di contenuti visivi con cui siamo bombardati. I semplici oggetti devono essere osservati con attenzione, perché ciascuno è in grado di raccontarci una storia.
Le opere di Ronny Faber Dahl rendono protagonisti cappelli da baseball, scarpe da ginnastica, giubbotti e giacche sportive e dialogano in modo spontaneo ed imprevisto con le fotografie di Massimo Palazzi, scatti minimalisti di alcuni strumenti o forme che ricordano chiaramente gli oggetti stessi in una complice intesa.


















http://www.space4235.com/