Aspettare è ancora un'occupazione. È non aspettare niente che è terribile.
(Cesare Pavese)



loader
x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Postato il 31-07-2017
Un piatto ad hoc

Perdonatemi l'irriverenza di questa immagine, ma ne ho le tasche piene del popolo che urla “all'invasione”, di partiti in cerca di consenso che furoreggiano l'ignoranza, usando un’assurda...

arrow
img
img

Postato il 28-07-2016
#Traveltelling 07 - Fotografare le persone a volte è un rischio

Se si attraversa la riserva Indiana degli Hopi nelle “Mesa” in Arizona sconsiglio vivamente anche solo di mostrare la macchina fotografica se non volete diventare parte viva di un epica caccia...

arrow
img
img

Postato il 09-02-2016
Gay, lesbiche e uteri in affitto

Il recente dibattito, infinito e sterile, sulle adozioni di bambini da parte di coppie omosessuali ha esaurito la mia pazienza! La questione rappresenta uno dei tanti depistaggi mentali creati dalla...

arrow
img
img

Postato il 15-12-2015
Charm and abuse, incanto e soprusi, nuovo shooting dedicato alla violenza sulle donne

Charm di un mondo interioreCombattere e raccontare la violenza si tramuta solo in aggressività nelle fotografie, in molti ci tentano, ma il messaggio in un mondo perseguitato da primitivi spiriti...

arrow
img
img

Postato il 17-11-2015
13 novembre 2015, un capitolo buio

13 novembre 2015: un altro torbido giorno da aggiungere alla storia, a quel secolo che si prospetta come “il secolo del terrorismo”.L’importante per i terroristi è infrangere i sogni,...

arrow
img
img

Postato il 08-09-2015
“Sessismo” e la figura della donna in fotografia, parla Maurizio Marcato

“Sessismo”, pessimo vocabolo di recente invenzione, suona come un sussurro isterico ed impotente, estratto da “razzismo”, fenomeno squallido di ben altra matrice che sfrutta le diversità...

arrow
img
img